Didattica

LA COSTITUZIONE DELLA PRIMA REPUBBLICA

Appare evidente la "genuinità" del testo dal confronto di stile , di sintassi, di proprietà del linguaggio che non tutti gli alunni avevano aqcuisito. D' altra parte, però, la rigorosa trascrizione  evidenzia pure il grado di comprensione  che gli alunni avevano raggiunto dopo il lavoro in classe prima della scelta del testo che si presentava come più appropriato a quello ufficiale. 

Leggi tutto...

I LIBRI DI TESTO: SCEGLIERE O NO?

libro002.gifEntro la metà di giugno i Collegi dei docenti delle scuole elementari  procedono alla scelta dei libri di testo validi per l' anno 98/99. Trattasi di un "rito" che si ripete, ormai, da 51 anni più o meno nella stessa forma e procedura. La novità  "rivoluzionaria" fu introdotta dall' art. 5 della legge 517/77,  che previde la possibilità di optare per altri libri " non di testo" , cioè non uguali per tutte le scuole e per tutte le classi , con finanziamento a carico del bilancio di Circolo per la composizione e l' acquisto di biblioteche di classe, ma non ci risultano attivate molte esperienze del genere . Nessuna scuola, tranne rare eccezioni, si è "imbarcata" nell' iniziativa soprattutto perché per attivarla occorreva ed occorre organizzare una sperimentazione regolarmente autorizzata a tutti i livelli burocratici locali . Le norme ancora in vigore sono fissate dal T.U.297/94 con  gli artt. dal 151 al 158, per la scuola elementare; 188 e 189 per la scuola scuola media , che in pratica rimandano alla procedura elementare.  Per la scuola superiore, invece,  non ci sono previsioni e quindi tutto è rinviato ad Ordinanze,  regolamenti e Circolari ministeriali, oltre che, ovviamente alla decisione del  Collegio dei docenti ( vedere C.M. prot. 9928/96) .

Leggi tutto...

AUTONOMIA DELLA SCUOLA: NOVITภ CERCASI!

    Sull 'ultimo numero di un noto e diffuso quindicinale di pedagogia , didattica e problemi professionali dei docenti elementari sono  stati pubblicati due esempi di " Sperimentazione dell' autonomia organizzativa e didattica  delle istituzioni scolastiche" prevista dal D.M. 765/97 .

Leggi tutto...

LA RIFORMA BERLINGUER: MA QUALI RIFORME?

Premessa
In merito alla politica scolastica dell' attuale Governo italiano si può tranquillamente affermare che nessun Ministro della Pubblica Istruzione degli ultimi 50 anni ha realizzato o comunque progettato e promosso tante riforme strutturali e di contenuto quante quelle messe in cantiere dal' On.le Berlinguer.

Leggi tutto...

VERSO LA SCUOLA DI UN NUOVO REGIME?

DOPO 75 ANNI DALLA RIFORMA GENTILE, CHE COSTRUI'  LO STRUMENTO DI FORMAZIONE  CULTURALE PER IL  REGIME FASCISTA, L' ATTUALE MINISTRO ,  CON  INTERVENTISMO APPARENTAMENTE DISORGANICO , STRANO E CONTRADDITTORIO, STA GETTANDO LE BASI GIURIDICHE PER UNA RIVOLUZIONE SCOLASTICA
FUNZIONALE AD UN NUOVO REGIME SOCIO- POLITICO.

Leggi tutto...