ATTENTI A QUEI DUE : DRAGHI MONTI – I BOND POSSONO ESSERE UN "BLUFF"

 

Tutti esultano: le Borse (cioè i mercati, cioè industriali e banchieri) , i politici, i giornalisti per gli argomenti appetitosi di cui parlare senza indagare, Monti e i suoi ministri che si vantano di aver salvato l' Italia dal precipizio. Forse anche gran parte del popolo che aveva creduto che non c'erano più soldi per stipendi e pensioni mentre ora crede che gia stanno arrivando i soldi della BCE. Gli unici a non parlare sono o banchieri . Essendo i soli beneficiari hanno interesse a non farlo sapere , almeno ora. Ed è comprensibile. E Draghi li aiuta dicendo che comprerà bond illimitati senza dire da chi. Si tratta , infatti di una falsa euforia . L' acquisto delle obbligazioni (dette bond") da parte della BCE non è né sicuro ne veloce.

Richiede tempo e attenzione . Dovrà seguire un percorso accidentato di numerose garanzie di rimborso. Ieri sera su La7 l'ex sindacalista Pezzotta ha definito intelligente l' azione di Draghi. Si tratta , invece di una manovra obbligata prevista gia prima che la coppia Monti /Draghi fosse chiamata a gestire una manovra finanziaria mirata a sopprimere la sovranità monetaria degli Stati europei. Se così fosse il primo obiettivo è stato centrato. E , per dirla tutta , viene il dubbio che l' opposizione di Francia e Germania sia stata tutta una finta. Non è un' accusa , ma l'espressione di un dubbio previsto anche dal codice europeo dei diritti dell' uomo. Se i lettori spulciano la cartella/indice dedicata all' economia nazionale potranno leggere cosa è stato detto senza smentita sulla provenienza professionale di Monti e Draghi tanto da far domandare : "ma tu affideresti a loro i tuoi risparmi.? ".

Insomma tutto resterà come prima, se non peggio, per almeno tre anni . Intanto i soldi non andranno subito allo Stato ma dovranno passare per le banche centrali (Bankitalia) e le connesse banche private. I bond statali la BCE li prenderà dalle banche perché agli Stati la BCE non può prestare soldi. L' ostacolo che la Germania gli ha contestato è stato aggirato con i documenti che seguono. Ma vi sembra credibile che gli indirizzi e le funzioni che trascriviamo sotto non erano conosciuti dalla Banca Centrale Tedesca?

******************************

Indirizzo della Banca Centrale Europea del 2 agosto 2012

relativo a misure temporanee supplementari sulle operazioni di ri-finanziamento dell'Eurosistema e sull'idoneità delle garanzie, (BCE/2012/18)

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA,

considerando quanto segue:

(1) Ai sensi dell'articolo 18.1 dello statuto del Sistema Europeo di Bnche Centrali e della Banca centrale europea, la Banca centrale europea (BCE) e le banche centrali nazionali degli Stati membri la cui moneta è l'euro (di seguito le «BCN») possono effettuare operazioni di credito con istituti creditizi ed altri operatori di mercato, erogando prestiti sulla base di adeguate garanzie. Le condizioni generali alle quali la BCE e le BCN sono disponibili a partecipare a operazioni di credito, inclusi i criteri che determinano l'idoneità delle garanzie ai fini delle operazioni di credito dell'Eurosistema, sono fissate nell'allegato I dell'Indirizzo BCE/2011/14, del 20 settembre 2011, sugli strumenti e sulle procedure di politica monetaria dell'Eurosistema

.........omissis......

HA ADOTTATO IL PRESENTE INDIRIZZO

(6) Ai fini del presente articolo:

1) i «mutui ipotecari», oltre ai mutui garantiti da ipoteca su immobili ad uso residenziale, includono i mutui per immobili a carattere residenziale garantiti (non da ipoteca), se la garanzia è prontamente escutibile in caso di inadempienza. ..........omissis.........

2) i termini «piccole imprese» e «medie imprese» si riferiscono ad entità che svolgono un'attività economica, a prescindere dalla loro forma giuridica, e che riportano un fatturato individuale, o consolidato se l'entità fa parte di un gruppo, inferiore ai 50 milioni di EUR;........omissis.......

Articolo 8 - Entrata in vigore : - Il presente Indirizzo entra in vigore due giorni dopo la sua adozione. Si applica a decorrere dal 14 settembre 2012.

Articolo 9- Destinatari : Tutte le banche centrali dell' Eurosistema sono destinatarie del presente Indirizzo.

Fatto a Francoforte sul Meno, il 2 agosto 2012

Per il Consiglio direttivo della BCE Il presidente della BCE Mario DRAGHI IT

*********************************

FUNZIONI MONETARIE E OPERAZIONI DEL SEBC (Dallo statuto)

Articolo 17 -- Conti presso la BCE e le Banche Centrali Nazionali

Al fine di svolgere le loro operazioni, la BCE e le banche centrali nazionali possono aprire conti intestati a enti creditizi, organismi pubblici e altri operatori del mercato e accettare come garanzia attività, ivi compresi i titoli scritturali.

Articolo 18.1 -- Operazioni di credito e di mercato aperto

18.1. Al fine di perseguire gli obiettivi del SEBC e di assolvere i propri compiti, la BCE e le banche centrali nazionali hanno la

facoltà di:

— operare sui mercati finanziari comprando e vendendo a titolo definitivo (a pronti e a termine), ovvero con operazioni di pronti

contro termine, prestando o ricevendo in prestito crediti e strumenti negoziabili, in valute sia comunitarie che di altri paesi, nonché metalli preziosi;

— effettuare operazioni di credito con istituti creditizi ed altri operatori di mercato, erogando i prestiti sulla base di adeguate garanzie.

18.2. La BCE stabilisce principi generali per le operazioni di credito e di mercato aperto effettuate da essa stessa o dalle Banche Centrali Nazionali, compresi quelli per la comunicazione delle condizioni alle quali esse sono disponibili a partecipare a tali operazioni.

(Gli indirizzi di cui sopra sono la testimonianza che i creditori del debito pubblico sono e resteranno le banche private , oltre ai soliti "furbetti del quartierino") .