Elezioni

SENZA UN MINIMO DI PUDORE : LA PRESA PER I FONDELLI E' L' UNICA COSA CHE CRESCE

Arrivati a questo punto, dopo l' incarico a Bersani di cercare i voti , uno a uno, per un Governo impossibile, come ha detto oggi Cacciari , non appare più accettabile l' ultima presa per i fondelli da parte di tutte le forze parlamentari, politiche , sindacali, industriali, commerciali, "economistiche", di informazione ecc. ecc. Hanno ridotto il nascituro Governo ad una ennesima espressione da "araba fenice": che "ci voglia ognun lo dice , come farlo nessun lo sa". Oppure hanno paura di dirlo, per non irritare il Quirinale, o per tutelare , senza pudore , interessi e privilegi personali o di categoria. Un esempio: cosa ha chiesto e sollecitato il Presidente di Confindustria dott. Squinzi ?: il legittimo pagamento dei crediti alle imprese. E poi?. Non esprime un' idea di un Governo nuovo.

 

Leggi tutto...

CHI GOVERNERA' L' ITALIA DOPO QUESTE ELEZIONI ? Bella domanda !

"Divertiamoci !!! " a prevedere cosa potrà accadere leggendo la sintesi dei "desideri" su cui si dovrebbero "accordare" o "inciuciare", i tre "vincitori senza potere" . La redazione
del quotidiano giuridico economico LeggiOggi ha sintetizzato le singole posizioni. Pubblichiamo il testo sicuri di fare informazione gradita ai nostri lettori, ma nello stesso tempo di sollecitare la riflessione sul fatto che nessuna delle tre componenti ha inserito come richiesta prioritaria la necessità di ridurre, o meglio, di estinguere il debito pubblico quale motivo fondamentale della crisi . Per saperne di più si può leggere il precedente intervento: ATTACCO AL "DEBITO ARABA FENICE " – CHE VI SIA OGNUN LO VEDE DA DOVE VIENE NESSUN LO SA.

 

Leggi tutto...

AGRICOLTURA, SCUOLA E DEBITO PUBBLICO : TRE SETTORI EMARGINATI

Abbiamo aspettato volutamente la conclusione elettorale per chiudere, con questo intervento, le nostre riflessioni sui settori della vita nazionale a nostro avviso fondamentali per il prossimo Governo (se riuscirà a nascere con il solito "inciucio" dei nostri politici). Se si leggono con attenzione i testi che abbiamo commentato sui tre settori ci si rende conto che la loro visione scritta nei relativi programmi si basa su contenuti diversi non coordinabili con l'unico elemento in comune: l' aspetto economico da tutti declinato in aumento. Ma nessuno spiega dove si prenderanno i soldi e quale ruolo e quale funzione socio – politico – economico si dovrebbero assegnare a ciascuno di essi, in rapporto a questo particolare momento storico, per controllare la crisi in atto. A nostro avviso il problema va meglio approfondito e chiarito. Ci proveremo.

 

Leggi tutto...

COSA FARE PER EVITARE IL DECLINO ECONOMICO – LO DICONO GRILLO E GIANNINO

Come avevamo previsto , anche questo intervento si è allungato più dello stretto necessario. Non ce ne vogliano i lettori se necessita un po' di pazienza nella lettura. Crediamo che l' argomento meriti attenzione perché vuole costituire uno stimolo alla riflessione su quanto può accadere dopo le elezioni. Durante la campagna elettorale , per quanto ci risulta, nessun candidato si è cimentato con i problemi veri dello Stato. Non parliamo di stampa e TV !

Leggi tutto...

ATTACCO AL "DEBITO ARABA FENICE " – CHE VI SIA OGNUN LO VEDE DA DOVE VIENE NESSUN LO SA.

Avevamo pensato di chiudere con questo intervento il commento sul debito. Non ci sembra opportuno perché l' argomento ci intricava e abbiamo occupato uno spazio superiore a quello che era stato ipotizzato. Probabilmente potrà accadere anche per i testi di Grillo e Oscar Giannino. A questi dedicheremo l' ultimo intervento.

Leggi tutto...