" BUONA PASQUA " : E DOPO ? PER QUANTO TEMPO VALE L' AUGURIO?

Negli anni scorsi abbiamo adeguato la nostra espressione augurale natalizia e pasquale rispettando la tradizione diffusa che indirizza " l' augurio" ad uno o più eventi che devono ancora verificarsi. "Buon giorno" , "buona sera", "buon riposo", "buon compleanno" ," buon viaggio", "buone vacanze" , , ecc. ecc. sono tutte espressioni con cui si trasmettono agli amici e conoscenti il nostro piacere ( forse non sempre) e l' auspicata speranza che in quei giorni o in quei periodi possano godere di fatti o eventi favorevoli e graditi per la loro vita o attività.

 Ma allora "Natale e Pasqua " che c' entrano ? Non ci sembra accettabile che la speranza di stare bene valga solo per un giorno , massimo due. Abbiamo pensato, così, che l' augurio speranzoso possa valere di più se fatto dopo i giorni di festa sperando, appunto, che possa durare almeno per un anno. Di questi tempi il mondo intero ne ha veramente bisogno. Col nostro augurio , dunque , formulato volutamente dopo le festività esprimiamo la speranza di un anno di pace e benessere per tutti i popoli del mondo. Sono troppi gli esseri umani che non sperano cose buone.
Col testo che precede abbiamo sintetizzato quanto scritto in merito negli anni scorsi. Il testo pubblicato nel dicembre 2012 ci è sembrato quello più adatto per essere riproposto . Lo facciamo estrapolando dal contesto dell' articolo la parte che tratta degli auguri di Natale , nella speranza, appunto, che i lettori gradiscano.
..............................................
"" A proposito di feste il "santo Natale" è alle porte. I classici auguri verbali si "sprecano", magari senza regali o con piccoli pensierini, crisi permettendo. Ma c'è davvero la crisi di cui tanto si parla e sparla? Ne parleremo fra qualche giorno. Nel frattempo occorre rispettare la tradizione augurale per non essere additato come miscredente. Lo fanno tutti , gli scettici e chi ci crede.
Negli anni scorsi abbiamo pure provato a fare l' analisi logica e letterale delle espressioni "buon Natale " e "buone feste". Ora aggiungiamo, per capirci meglio, anche buon giorno , buon anno, buon viaggio, buon riposo, buon compleanno ecc.. Se dunque si riflette sul significato dell' "augurio" si intuisce che inconsciamente il Natale, le feste, la giornata, l' anno ecc. , potrebbero non essere piacevoli, anzi si è certi che non lo siano. L' augurio , quindi, esprime il desiderio e la speranza che accada qualcosa di buono. Volendo fare, però, una riflessione quasi storica, l' auspicio di eventi buoni non ha mai avuto successo, ( i troiani non credevano a Cassandra che prediceva la caduta della città). Per stare nell' attualità non crediamo che la crisi e la confusione generale che stiamo vivendo siano l' effetto di un presagio negativo, però, non sono certamente piacevoli. Comunque, per chiudere senza fare previsioni di avvenimenti tristi, ci adeguiamo rispettando la tradizione , quindi :
Buon Natale a chi ci crede per fede ma anche a chi non crede, Buon Natale a chi lo aspetta per le vacanze , a chi lo dedica agli acquisti, ma anche a chi lo aspetta per fare e ricevere regali. Insomma Buon Natale a tutti.""
(Copyright 2015 Interventi - Abruzzo)