IMMIGRATI CLANDESTINI


La proposta 

  Magari queste non sono le domande giuste: sono solo quelle che si sentono in giro e a cui per ora nessuno risponde. E un insegnante delle nostre scuole (e tanti altri, come me) magari non e' in grado di guidare una discussione su un tema del genere, visto che su certi aspetti di esso nessuno possiede i dati necessari (ad esempio, quanti posti di lavoro rifiutati dai nostri disoccupati esistono nel Paese?), e che su alcuni aspetti della legge non ci persuadono neppure le spiegazioni dei rappresentanti del governo. 
Una legge che ad applicarla ti si volta contro e combina guai in Italia non e' una novità: bercio il programma di educazione civica potrebbe anche portare a capire il modo in cui vanno fatte le leggi, esaminandone qualcuna anche solo in base a criteri di buonsenso, come per esempio: una legge deve rispondere alle aspettative della società e deve sempre proporsi un effetto preciso nel campo che intende regolare, e deve ottenere gli effetti che si propone, e deve essere facile da capire e applicare. 
Anche la legge sull'immigrazione potrebbe andare bene per un'esercitazione.  
     Vuoi vedere che se qualche insegnante e qualche studente di un qualunque liceo o istituto tecnico si mettono a discutere sul serio con qualche esperto di immigrazione e di lavoro, riescono a trovar la risposta giusta a quelle domande, e magari ci scappa anche una proposta di legge meno macchinosa di quella fatta dal nostro Governo?