NATALE 2008 SOTTO LA TENDA AD ABBATEGGIO- D'ALFONSO ANTICIPA IL SUO PROGRAMMA

 

 

 

Ha chiuso Luciano D'Alfonso rispondendo ad alcune domande. La fluidità e la dialettica oratoria del Sindaco di Pescara non consente una facile sintesi. Ci limiteremo, quindi, ad estrarre alcune idee forti che ci sembrano non solo importanti in rapporto al suo concetto pratico e lungimirante di amministrazione e gestione del territorio, ma soprattutto anticipatrici di proposte politiche prossime venture  per il Comune di Pescara, la Provincia e la Regione.

1) Ha apprezzato e dato atto ai giovani amministratori presenti che hanno chiesto il riconoscimento dei piccoli Comuni come promotori ed attori di un nuovo sviluppo della provincia e della regione. Ciò, ovviamente, a condizione che le stesse comunità si diano da fare con idee innovative per il rispettivo territorio.

2) Nel Comune di Pescara è ancora ben radicata l' idea che ogni eventuale e possibile struttura socio-economica e culturale debba trovare posto all' interno per perimetro urbano della città. Questo non è più possibile . Pescara è satura. Non può contenere le strutture ormai indispensabili per il decollo dell' area metropolitana che, seppure ha Pescara come città protagonista e capofila , non può e non deve ignorare  le altre  realtà urbane della vallata.

Francavilla, Montesilvano, Città S. Angelo, Chieti, Cepagatti, Penne, Manoppello, sono, quindi,  tutti candidati ad ospitare la localizzazione strategica di nuove strutture funzionali allo sviluppo della Regione . Pescara, pertanto, può e deve operare guardando al di là dei propri confini territoriali.

3) Alla politica regionale mancano le idee forti e strategiche atte a promuovere lo Sviluppo e la crescita dell' Abruzzo. La nostra regione occupa un sito privilegiato del centro Italia  non aggirabile da parte di chi si muove da Nord a Sud, da Ovest ad Est e viceversa. Per questo occorre pensare e studiare gli interventi funzionali a tale movimento. Finora, però, nessuno ne parla col rischio che più di qualcosa ci venga soffiato da sotto il naso. Tre i settori su cui intervenire subito e con determinazione.

 

 A) Il raddoppio della ferrovia Pescara -Roma;

 

B) L' adeguamento dell' autostrada adriatica;

 

C) Il collegamento marittimo Pescara - Spalato.

 

Ci sembra superfluo spiegare quali potrebbero  essere i benefici conseguenti ad una tale realizzazione strategica. Una domanda, però, ci frulla per la testa. D'Alfonso prima di illustrare le sue idee sulla strategia regionale ha rivelato , al fine di non deludere la domanda di uno dei giovani, di anticipare  le sue idee che invece aveva pensato di pubblicizzare la prossima primavera. E il pensiero corre alle elezioni amministrative. Di qui la domanda : si tratta di un programma per le prossime elezioni regionali ? . Staremo a vedere.

_______________

 

P. S.

 

La politica regionale ha seguito uno sviluppo che nessuno aveva previsto. La validità delle idee programmatiche rivelate ad Abbateggio ci sembra ancora attuale Per questo ci permettiamo di richiamare su di esse l' attenzione del neo Presidente Chiodi il quale non ci pare sia il tipo di rifiutare, per partito preso, le idee che vengono anche da un avversario politico.