Politica regionale

EFFETTO POSITIVO (?) DELLA CRISI : I PICCOLI PAESI SI SENTONO IMPORTANTI.

Dopo l’ elenco dei 14 borghi pescaresi è il turno delle altre provincie d’ Abruzzo. La presentazione fatta per i Comuni pescaresi vale , ovviamente , anche per Chieti , Teramo e L’ Aquila. Questo intervento è dedicato a Chieti  che ha la speciale caratteristica: di avere 33 Comuni a rischio di accorpamento. Di questi sei paesi non ospitano più di 160 residenti. La provincia di Teramo, invece, è quella messa meglio delle altre :ha solo sei paesi a rischio di aggregazione. L’ elenco dell’ Aquila viene rinviato al prossimo intervento dal momento che non ancora è noto se avrà un trattamento speciale.come  terremotato.

 

Leggi tutto...

AL POSTO DELLE PROVINCIE – UNA DELLE SOLUZIONI FATTIBILI

 

Nella caotica sequenza di proteste e richieste, più o meno interessate,  ma  a nostro avviso non accoglibili, mosse alla "manovra Tremonti" si è distinta la soppressione delle provincie, poi ristretta a quelle piccole, poi scomparsa per volere di Bossi, ricomparsa salvando quelle di montagna, e non è ancora detta l' ultima volontà. Ci dispiace dover manifestare la nostra meraviglia per la posizione della Lega . E' un neo che stona fra le altre cose condivisibili che dice.  

Leggi tutto...

L’ ABRUZZO SCANDALOSO CHE NON PIACE A NESSUNO

 

Dal n. 232 dell' 12 luglio '09  di
Nuovo ABRUZZOpress Nazionale
Dir. Resp. Marino Solfanelli - http://www.abruzzopress.it/ -
Riceviamo e pubblichiamo

Un riepilogo  del malaffare politico in Abruzzo partendo da tre lustri fa. L' altra faccia della medaglia regionale attestante la generosità degli abruzzesi "forti e gentili". Molti ne stanno abusando da tempo.. Si parte dal ricordo

del grave scandalo di Valle Cena di Lentella (CH), scoppiato 14 anni fa.

 

Leggi tutto...

LA NUOVA REGIONE ABRUZZO-PRO MEMORIA PER LA NUOVA GIUNTA

 

Fra qualche giorno il Presidente Chiodi ed il nuovo Consiglio regionale dell' Abruzzo assumeranno in modo formale e sostanziale la loro funzione, il loro ruolo, le loro responsabilità.

Durante la campagna elettorale abbiamo " stuzzicato o provocato",( fate voi), tutti i candidati richiamando l' attenzione sul fatto che nessuno di loro, compreso il candidato Presidente, annunciando i loro impegni istituzionali in caso di elezione, hanno avuto l' accortezza di precisare cosa avrebbero fatto nel rispetto degli artt 7, 8, 9 e 10  dello Statuto regionale pubblicato nel BURA 10 gennaio 2007, n. 1 Straordinario ed entrato in vigore il giorno successivo. Ad onor del vero, però , dobbiamo dire che , dopo la pubblicazione del nostro intervento,          Gianni Chiodi ha pubblicato sul suo sito ( www.giannichiodi.com ) il testo del suo programma articolato in modo razionale, sulla falsa riga dei primi 12 articoli dello Statuto . Invitiamo il lettore a prenderne conoscenza  anche al fine di confrontarlo con il TITOLO I dello Statuto che di seguito riproduciamo rinviando alla fine pro memoria e commento.

Leggi tutto...

COLPI DI SCENA SULLA VICENDA D' ALFONSO

 

IL SINDACO RITIRA LE DIMISSIONI  MA SI DICHIARA MALATO E SI AUTOSOSPENDE .PRESENTANDO UN CERTIFICATO  PARTICOLARE CON CUI IL MEDICO ACCERTA UNA "PATOLOGIA INGRAVESCENTE PERMANENTE" - LA MAGISTRATURA SEQUESTRA IL CERTIFICATO - IL CONSIGLIO DI STATO FORSE SI PRONUNCERA' OGGI SULLA REGOLARITA' DELLE ELEZIONI DELL' APRILE 2008 - I CONSIGLIERI DI MINORANZA SI DIMETTONO IN BLOCCO.

Oggi , 10 gen., si apprende:

- che il medico del certificato precisa che il documento originale  non contiene l'espressione  " patologia ingravescente permanente" e che il sindaco supererà lo stress provocato dalla vicenda che lo ha coinvolto;

- il Consiglio di Stato non si è pronunciato sul ricorso sulle presunte irregolarità elettorali , ma che invece ha chiesto approfonditi accertamenti.

La questione si ingarbuglia sempre di più.


Oggi, 12 gen., il senatore PdL Pastore, consigliere comunale di minoranza, riferissce di essere stato riccevuto dal Procuratore Trifuoggi e di aver visionato il famoso certificato. In merito precisa che sul documento non risulta scritta la frase che ha destoto tanto scalpore. Lo aveva già detto il medico. Dove è scritta la frase incriminata? Pare sulla lettera del sindaco allacittà. Ma allora perchè il vice sindaco non ha letto i due documenti in sade di consiglio comunale?


RIEPILOGHIAMO I FATTI


Sul filo di lana della scadenza  il Sindaco di Pescara ritira le dimissioni presentate in seguito all' arresto domiciliare disposto dal GIP del Tribunale di Pescara. La "carcerazione" domiciliare fu notificata all' interessato,  e,  quindi,  eseguita, nell' intervallo fra le ore 22 e le 23 del  15 dicembre , quando ormai si sapeva con certezza della vittoria di Chiodi come nuovo Presidente della Regione Abruzzo. La notizia fu diffusa mentre, in diretta televisiva,  il neo eletto Presidente teneva una conferenza stampa . Sorpresa e scompiglio generale fra tutte le forze politiche .per non dire fra gli amici e gli elettori. In merito si dice che la scelta del giorno e dell' ora sia stata fatta per evitare possibili ripercussioni elettorali visto che la decisione era stata assunta alcuni giorni prima in sede di interrogatorio dell' interessato su apposita richiesta  dei legali. La spettacolarizzazione mediatica è stata comunque assicurata.

 

Leggi tutto...