NOSTALGIA DI BENITO? QUANTI ITALIANI GRADIREBBERO IL RITORNO DEL DUCE ?

Pubblichiamo volentieri la provocazione inviataci dal decano dei giornalisti abruzzesi. Che la "Nostalgia canaglia" sia una reazione provocatoria, spontanea e naturale, si capisce subito da parte di chi riflette sulla condizione politica, economica , culturale , e quindi, sociale , che l' Italia , ma non solo, sta vivendo . Stiamo assistendo, infatti, ad un "disordine" generale tanto "disordinato" che il popolo non è più disposto a tollerare ma che non sa ancora come reagire se non desiderando in cuor suo una regolamentazione autoritaria "illuminata", accettata e condivisa. ma, allo stato delle cose, impossibile da ottenere. L' impotenza genera reazioni imprevedibili e spesso incontrollabili.

Si tratta, cioè, di una aspirazione diffusa ma non coordinata né coordinabile perché nel disordine imperante gli eventuali soggetti capaci e disponibili ad impegnarsi con onestà nella gestione della cosa pubblica, non troverebbero il consenso e la collaborazione necessaria. Lo sta dimostrando il Governo tecnico nato con funzione surrogatoria ma praticamente impedito a lavorare con l' autorità e l' equità necessarie. Ci riferiamo ovviamente al sistema non al merito e al contenuto delle attuali azioni del Governo per le quali necessita una trattazione specifica.

Ci fermiamo aggiungendo a quella di Marino una nostra provocazione : proponiamo a tutti gli istituti di indagine demoscopica di effettuare un sondaggio, il più ampio possibile, per verificare quanta gente gradirebbe il ritorno di una "dittatura" come quella di Benito Mussolini , che non consentiva ai carcerati di scontare la pena soggiornando in convento. (NdD)

Chiamatela, se volete, "Nostalgia canaglia!..."

                                                  di Marino Solfanelli


Se mi accuserete, per quanto segue, di essere un nostalgico io non lo negherò. Sono un nostalgico, ma non nel senso in cui viene inteso dalla maggior parte del popolo italiano. È un epoca, questa, in cui le cronache quotidiane rovesciano come magma putrescente storie di peculati, scandali, ladrocini, appropriazioni da parte uomini delegati dal popolo italiano a rappresentarlo nei consessi istituzionali,

Fiumi di denaro, carpito al popolo attraverso oltre cento iniqui balzelli, finiscono nei forzieri dei partiti e da questi nelle tasche di disonesti uomini politici che si definiscono, ironia della sorte, "rappresentanti del popolo".

Personaggi che ricoprono alte cariche istituzionali impelagate in dubbie imprese immobiliari (e neppure se ne vergognano), onorevoli, si fa per dire, che da nullatenenti sono diventati ricchi proprietari, meglio definiti "Italiani dai valori immobiliari"; ingenti somme di denaro pubblico che affluiscono nelle casse dei partiti e da queste nelle tasche di politici che, senza ritegno, spendono e spandono alla faccia della povera gente, di operai rimasti senza lavoro, privi di ogni sostentamento, costretti ad una vita di stenti.

Chiamatelo pure, se volete, "nostalgia canaglia", come nella canzone di Albano Carrisi, ma è solo e semplicemente nostalgia del tempo lontano in cui uomini onesti governarono questa nostra Italia, ed anche di quando un capo di governo che poteva avere tutto e non volle avere niente, impiccato per i piedi ad un traliccio di benzina, da un popolo che solo qualche tempo prima lo aveva acclamato ed osannato, lasciò la vedova nella miseria e senza neppure una casa, e figli che per vivere andarono a lavorare in Argentina.

In verità la casa l'aveva, "la Rocca delle Caminate", un vecchio castello ricevuto in dono da un ente di Forlì, che la vedova donò ad un'Opera assistenziale, che però la vendette ad americani che volevano farne un night club; fu necessario un processo promosso dalla donatrice perché la struttura avesse la destinazione per la quale era stata donata. Ora la Rocca, di proprietà del Comune di Forlì - Cesena, è in totale abbandono.

Ecco, sono nostalgico di quell' Italia in cui il popolo era governato da uomini onesti, e i ladri andavano in galera. E vi restavano ...