Provocazioni

PROVOCAZIONI ESTEMPORANEE --3—

All' elenco delle Provocazioni -2- vanno aggiunti altri "prendingiro" che non conoscono "pudore sociale" . Ripartiamo da Berlusconi e Tremonti che hanno recitato una sceneggiata che sembra finalizzata a distogliere la gente da riflessioni più serie. Dopo alcuni incontri, mediati da Gianni Letta, fanno pace accettando i reciproci difetti: Berlusconi comprende e ammette che il Ministro non può avere le sue stesse idee, ma quello che conta è la lunga amicizia; Tremonti precisa che il Presidente ha dei soldi un concetto diverso dal suo, senza precisare. Pace fatta. Tremonti può continuare ad applicare le sue idee sulla moneta , mentre Ministri ed altri continuano a far finta di non capire. E il popolo? A questo, per non prenderlo in giro, sarebbe il caso di far conoscere quali sono i due concetti sulla moneta. Quello di Berlusconi è ormai noto in tutto il mondo. L' attuale situazione debitoria non lo preoccupa più di tanto. Anzi, forse gli sta bene così, come a tanti altri, del resto; compreso Confindustria? Si vedrà Quello di Tremonti avrebbe bisogno di verità . Forza Ministro, ci dica come stanno le cose a 360 gradi, cioè, compreso Draghi.

Leggi tutto...

PROVOCAZIONI ESTEMPORANEE --2—

 

CI PRENDONO IN GIRO TUTTI:

- Berlusconi e Tremonti , per primi , perché non dicono la verità sulle condizioni finanziarie e debitorie dello Stato;

- I Ministri e i loro vice, che parlano e sparlano dicendo nulla su tutto; ce n'è uno, però, a cui è sfuggita una verità: il Ministro Maroni esprime meraviglia per il milione di firme raccolte da Di Pietro, sperava, forse, che la raccolta fallisse ? E in tal caso , perché?

 

Leggi tutto...

PROVOCAZIONI ESTEMPORANEE SULLA CRISI

L' ultima sulla "crescita", della sig. ra Marcegaglia

Venerdì sera un telegiornale, non ricordo quale, ha fatto sentire l' ultima dichiarazione della sig.ra Presidente degli industriali italiani a proposito della "crescita" . Mentre, secondo Profumo ( ex Unicredit), l' Italia non avrebbe alcuna idea della crescita, Lei un' idea ce l'ha , e come, e finalmente, dopo due anni, la pubblicizza: bisogna lavorare fino a quasi 80 anni come in Germania. Se lo dice la Presidente significa che l' Associazione che presiede è d'accordo. Ma il Governatore Draghi vede il problema in modo diverso. Sintetizziamo, per parlarne meglio con un' altra provocazione. Il Governatore , parlando all' assemblea dei soci nell' aprile 2010 ha precisato che la "crescita" si può avere a due condizioni : - che aumenti la produttività oraria dei lavoratori, visto che in Italia è la più bassa d' Europa; - che siano adeguate ai tempi le strutture produttive italiane troppo statiche e frammentate. Allora la sig.ra Marcegaglia ci può spiegare che centrano le pensioni con le strutture inadeguate delle imprese e la scarsa voglia di lavorare degli addetti ? Ci riflettano i soci di Confindustria. Tornando alle pensioni:

 

Leggi tutto...

TREMONTI NON CI HA PENSATO - ARRIVA UN AIUTO DALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA

 

 

Disinformazione o dimenticanza voluta? Nessuno ha pensato ai proventi possibili prevedendo nella “manovra” la tassazione dei “”redditi”” da prostituzione. Eppure la Corte di Giustizia della Comunità si è pronunciata, in merito, quasi un anno fa dichiarando tassabile la remunerazione delle prestazioni sessuali. Avremo ora un ultimo emendamento alla manovra? Sul problema, che si inserisce benissimo fra i prevedibili provvedimenti anticrisi, riprendiamo, dall’ Agenzia nuovo ABRUZZOpress> dell’ Editore Solfanelli , un intervento dell’ avv. Pimpini. Diciamo che non se ne farà niente perchè la questione assume tutte le caratteristiche della provocazione alla quale nessuno ha interesse a rispondere. Però l’ aspetto interessante è che della questione se ne comincia a parlare. Magari rispondendo alle domande poste dall’ autore.

Leggi tutto...

TREMONTI CORROTTO ? NON E’ CREDIBILE.-.PERO’ A MOLTI NON PIACE

Chi vuole incastrare il Ministro del Tesoro? Non è facile rispondere perché sono troppi a non condividere  il suo “piglio” decisionale, a cominciare da Berlusconi. Dispiace dirlo però  il Presidente, e molti altri Ministri e on.li ,  non dimostrano una confacente visione della gestione finanziaria dello Stato.  . Tremonti rifiuta la collegialità? Se non avesse fatto così staremmo già peggio della Grecia. Però ciò che gli è passato sotto il naso poteva e doveva evitarlo.

Leggi tutto...