Provocazioni

DAL RAZZISMO AL CODICE PENALE. I CONCETTI SI CAPOVOLGONO

 

Nei giorni scorsi sono saliti agli onori della cronaca particolari notizie ed avvenimenti che dovrebbero stimolare la riflessione di tutti. Dai fatti di Castelvolturno alla condanna di un docente che aveva preannunciato ad un' alunna. la sua ipotetica bocciatura   Dall' inutile e dispendioso tentativo di scolarizzare i bambini ROM , alla proposta del Ministro Brunetta di mettere sotto analisi e controllo anche medici e chirurghi incapaci e fannulloni

.

Leggi tutto...

INTERCETTAZIONI TELEFONICHE

 

occhi005.gifC'E' ANCORA QUALCHE SCEMO CHE SI FA INTERCETTARE? SE ESISTE

NON MERITA LA GALERA : VA ESILIATO A VITA NELL' AFRICA NERA.



E' la punizione che, dopo tutto il can can  che sta occupando la stampa , parlata e scritta, sulla vita pubblica e privata, (fatte di corna , tradimenti, pettegolezzi, ma anche di cose serie fuori dal Codice Penale), sul DL o DDL, sull' entità e il tipo di reato , sui giornalisti che fanno a gara per farsi amici gli intercettatori, sui magistrati che hanno ridotto l' Italia in un paese di spioni e di spiati,  ecc. ecc., dicevamo , meriterebbe l' esilio chi si lascia ancora intercettare mentre parla per telefono di attività o  di intenzioni e proposte classificabili secondo il Codice Penale  Questi vadano a vivere con Tarzan, dove la loro stupidità non può creare pasticci nella società civile. Da varie fonti, invece, vengono proposte che manifestano la volontà di conservare e proteggere la stupidità. La lotta per la scelta delle categorie da includere  o escludere nell' elenco degli intercettabili fa pensare proprio a questo : la stupidità è un valore sociale e politico da difendere

Leggi tutto...

RIFLESSIONI E PROPOSTE

 

sport061.gifIL PALLONE  IN ABRUZZO PERDE TIFOSI



Sul n. 03/08 di MONITOR ( quindicinale del master in giornalismo dell ‘ Università di Teramo) uscito il mese scorso, Luca Venanzi e Stefano Muracchio  hanno cercato di spiegare "Perché il pubblico dello sport è in calo". Hanno chiesto i motivi a due docenti e ad  un tecnico.  Barbara Mazza insegna nell' università di Teramo "Teoria della comunicazione sportiva"; Luigi Mastrangelo , responsabile, sempre a Teramo, del "Corso di laurea in management dello sport"; Giuseppe Tambone, ex direttore sportivo della squadra di Castel di Sangro. Tutti e tre hanno detto, praticamente, la stessa cosa: quando i risultati delle squadre e delle società non rispettano il desiderio e le aspettative dei tifosi questi disertano gli stadi nostrani e preferiscono seguire in TV il campionato di serie A. Cioè, detto in dialetto: "sparagn e cumparisc".

Leggi tutto...

CONFLITTO DI INTERESSE

 

E SE TUTTA LA "CASTA"  FOSSE IN CONFLITTO CON GLI ITALIANI ?

Il titolo è un' espressione linguistica coniata dalla sociologia per indicare uno scontro, un contrasto, una lotta  "...fra soggetti individuali o collettivi in competizione fra loro per il possesso, l'uso o il godimento di beni scarsamente disponibili...." ( dal vocabolario Treccani)  La "lotta di classe", di marxiana memoria, chiarisce, ancora meglio, il concetto di conflitto fra interessi.

Vediamo ora il il significato logico-linguistico di  "interesse". Sempre sul dizionario Treccani si legge "...utilità, vantaggio, convenienza in senso non solo materiale ed economico ma anche spirituale, morale; ..."  Ancora una volta siamo costretti a chiamare in causa la nostra bella lingua purtroppo sconosciuta dai più Dalla lingua ai fatti concreti.  Senza allusioni e mezzi termini,  ci sembra di poter dire che, sulla base dell' analisi sopra esposta, l' accusa di conflitto di interessi a carico di  Berlusconi non ha i piedi per camminare.

Leggi tutto...

SENATORI STACANOVISTI

 

Il Presidente del Senato, on. Schifani  ha dato tre giorni di preavviso a venti senatori che non ancora si dimettono dalla precedente carica di sindaci, Presidenti di Provincia, consiglieri o assessori regionali, oppure da Senatori. Trascorso il preavviso , a partire da martedì prossimo,  senza aver fatto la scelta, il Senato sarà chiamato a votare la decadenza di chi non avesse optato.


Gli stacanovisti abruzzesi sarebbero tre: Fabrizio Di Stefano (Pdl) , Segretario del Consiglio regionale; Alfonso Mascitelli (Idv) Consigliere regionale; Paolo Tancredi (Pdl) Consigliere regionale. Se nel frattempo avessero optato per una delle due cariche consideriamo questa notizia come non pubblicata .

Ma se non ancora avessero fatto la scelta li sollecitiamo a compiere un' opera buona a favore di chi li segue in lista. Con la speranza che non siano "doppiolavoristi" anche loro.