Scuola e Politica

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO

Diciamo subito che il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica merita apprezzamento pieno per l’ equilibrio con cui ha saputo toccare ( quasi ) tutti gli aspetti critici della nostra attuale vita socio politica . Non era facile, ma Napolitano è riuscito a stare “al di sopra di tutte le parti “ che avrebbero potuto rivendicare una più marcata attenzione. Il Presidente, invece, con la saggezza  propria dell’ età, ha utilizzato in maniera appropriata i contenuti della sua  esperienza polivalente maturata durante la lunga carriera di uomo politico.

Leggi tutto...

LA CRISI DELL’ UNIVESITA’ ITALIANA

Da fonti ministeriali abbiamo rilevato i dati più significativi dello stato di crisi in cui si trovano gli atenei italiani  in rapporto alla loro funzionalità nel contesto  di tutte le istituzioni scolastiche dello Stato.. Due considerazioni: 1) Nessun ateneo italiano si colloca fra le prime 150  nella graduatoria mondiale delle università migliori; 2) E’ stato rilevato l’ aumento incontrollato  delle ore di lezione e dei corsi  non per migliorare il funzionamento  didattico generale, ma per far crescere il numero delle cattedre.

 Queste considerazioni  che giustificano la necessità di  una riforma sono suffragate dai dati numerici che seguono..

 

Leggi tutto...

LA SCUOLA SECONDO BILL GATES

Il capitalismo come soluzione ai problemi della scuola? La domanda se l’ è posta Bill Gates dopo circa 30 anni di attività imprenditoriale che lo ha reso ricchissimo. Riflettendo sul futuro dell’ umanità ha capito, finalmente,   che la vita delle nuove generazioni passa attraverso la scuola e che pertanto le  istituzioni educative vanno sostenute da chi ha la disponibilità economica come lui..Pensato, detto e fatto

 

 

Leggi tutto...

VOCE DI POPOLO N.2 - I GIOVANI CONTESTATORI E ATLETICI

L'Ing.. Lippa interviene su due aspetti dell' attuale "popolo" dei giovani. La contestazione e lo sport. Sarebbe interessante ascoltare la voce dello stesso popolo  in merito alla scuola , allo studio e alle aspirazione concreta della vita. Ci piacerebbe  pubblicare la risposta alla seguente domanda: cosa pensano i giovani sul valore legale del titolo di studio e la soppressione dell' obbligo scolastico definito come diritto - dovere

Leggi tutto...

CHI SONO I VERI GHETTIZZATI NELLA SCUOLA? GLI: ITALIANI O GLI IMMIGRATI ?

 

Dal primo giorno di riapertura, nella scuola elementare di una borgata romana, è scoppiata una grana a causa della composizione di due classi prime formate solo da immigrati. Gli italiani sono "emigrati" in altre scuole.. L'episodio ha scatenato una serie di reazioni, le più disparate, da parte di personaggi politici e di esperti che con i problemi della scuola educante hanno poca dimestichezza. Purtroppo neanche il Ministro ci è  sembrato  a proprio agio.  Forse a causa delle critiche a quel 30%  di massima presenza di alunni stranieri nella composizione delle classi.? Chissà chi è quell' esperto funzionario e/o consulente che glielo ha suggerito nello scorso gennaio ! E non parliamo dei dirigenti , e relative associazioni, anche sindacali, che non hanno avuto l' accortezza , con l' aggravarsi del fenomeno, di studiare ed elaborare una strategia di risposta comune al problema. Molti hanno creduto, addirittura, di poter andare oltre quel 30% previsto dalla Circolare ministeriale. L'unica cosa che tutti gli intervenuti hanno dimostrato di avere in comune è l' errata interpretazione del termine "integrazione" che non significa inserire un gruppo sociale in un altro per formarne  uno solo. La spiegazione l' abbiamo già pubblicata ieri. Oggi però ci sono stati due interventi sulla stampa che hanno attirato la nostra attenzione perché , sia pure indirettamente, hanno condiviso la nostra proposta di soluzione. Il primo lo ha pubblicato la prof.ssa Ida Magli su il Giornale, il secondo si riferisce alla lettera di un lettore ed alla risposta del Diretore de Il Tempo. Ad Entrambi abbiamo inviato un messaggio di posta elettronica . Li pubblichiamo entrambi credendo di fare cosa utile ai nostri lettori.

Leggi tutto...