LA DIGNITA’ DELLA DONNA PER LE VIE DI CHIETI

Dall’ Agenzia Abruzzopress diretta dall’ Editore Solfanelli di Chieti riceviamo e pubblichiamo “La nota della domenica” relativa alla manifestazione  “se non ora quando?”
Sullo stesso argomento riprendiamo anche un intervento di  Luciano Pellegrini che , però, descrive l’ evento da altra angolazione: Riteniamo che Il testo merita di essere letto per le osservazioni che vanno oltre l’ evento.

 

 

A margine della manifestazione per la “dignità della donna”

Se non ora… “dimmi quando, quando, quando?…”

di Marino Solfanelli

 Anche la quieta domenica teatina, del resto come in tutte le altre città d’Italia, è stata attraversata dal corteo per la dignità della donna “se non ora quando?”. Una locuzione che ha un preciso significato: “Se non riusciremo ora – che la magistratura di Milano ce ne offre la opportunità – quando ci sarà possibile mandare a casa Berlusconi?”.

Messa così la cosa poteva sembrare persino divertente per una città come la nostra, tranquilla e sonnecchiante, al limite della monotonia, ove non accade mai nulla, la domenica mattina, che richiami l’attenzione dei cittadini di Chieti.

Ma i gruppi, evidentemente provenienti da diversi centri della provincia, che hanno sfilato lungo il corso Marrucino, innalzando bandiere ed ostentando cartelli, e ritmando slogan, erano preceduti da stuoli di bambini, le cui innocenti voci argentine s’univano a quelle stridule delle loro madri inasprite dall’astinenza di potere.

La cosa non è piaciuta ad alcuni, che hanno suggerito: “lasciate a casa i bambini innocenti, teneteli lontani dalle vostre beghe politiche, insegnate loro poesie”, non cose per loro senza senso…

Se per talune rivendicazioni si coinvolgono bambini vuol dire che si è giunti proprio alla canna del gas…
A quei bambini che gridavano con le innocenti voci argentine “se non ora quando?”, avrei voluto consigliare: «bambini, ditelo alle vostre sprovvedute madri, che hanno indotto anche voi, innocenti creature, ad urlare “se non ora quando?”; quando? Ditele: “mammina, sei così sciocca da non saperlo?, quando il centrosinistra, magari con l’aiuto di quello stingo di moralistà che è Fini, vincerà le elezioni”…